GIORGIO DE CHIRICO

LE MUSE INQUIETANTI - 1917 - OLIO SU TELA

IL DIPINTO RAPPRESENTA UNO SPAZIO APERTO CON IN PRIMO PIANO DUE SCULTURE ANTICHE, UNA IN PIEDI E UNA SEDUTA SU UN BASAMENTO.

QUESTE DUE FIGURE HANNO COME TESTA UN MANICHINO DA SARTORIA. INTORNO AD ESSE CI SONO OGGETTI DIVERSI COME UNA SCATOLA DI FIAMMIFERI E UN UOVO .

SULLO SFONDO VI E' UNA TERZA STATUA.

LE ASSI DEL PAVIMENTO SOTTOLINEANO L'USO DELLA PROSPETTIVA.

LE LINEE PROSPETTICHE CONVERGONO VERSO IL CASTELLO. ESSO E' IL CASTELLO ESTENSE DI FERRARA.

I COLORI SONO CALDI . LA LUCE E' INTENSA.

 

IL RITORNO DI ULISSE - 1968 - OLIO SU TELA

DE CHIRICO METTE ULISSE AI REMI DI UNA BARCHETTA CHE NAVIGA SU UN MARE-TAPPETO ALL’INTERNO DI UN RASSICURANTE INTERNO BORGHESE.

 LA METAFISICA

GIORGIO DE CHIRICO FA PARTE DEL MOVIMETO ARTISTICO DETTO ' LA METAFISICA'.

METAFISICA E' UNA PAROLA DI ORIGINE GRECA.  ESSA SIGNIFICA ' AL DI LA' DELLE COSE '.

I PITTORI METAFISICI RAPPRESENTANO FIGURE FACILMENTE RICONOSCIBILI.  QUESTE FIGURE SONO INSERITE IN SCENE STRANE, IRREALI.

IN QUESTE SCENE TUTTO SEMBRA SOSPESO NEL TEMPO.

 

SCARICA IL TESTO DI QUESTA PAGINA

APPROFONDIMENTO

 

LE DOMANDE CHE GUIDANO IL MIO STUDIO

  1. Cosa significa la parola Metafisica?
  2. In che modo i pittori Metafisici raggiungono gli effetti desiderati?