IL VEDUTISMO


NEL SETTECENTO I GIOVANI NOBILI VISITANO LE PRINCIPALI CITTA' D'ITALIA PER ARRICCHIRE LA LORO CULTURA.

I RICCHI VIAGGIATORI STRANIERI ACQUISTANO I DIPINTI CHE RAPPRESENTANO LE BELLEZZE DELLE CITTA' ITALIANE PER AVERNE UN RICORDO.

NASCE COSI' UN NUOVO GENERE PITTORICO, IL VEDUTISMO.

 

ANTONIO CANAL DETTO CANALETTO E' IL PRINCIPALE ESPONENTE DI UNA CATEGORIA DI PITTORI DETTI 'VEDUTISTI'.

IL CANALETTO DIPINGE SOPRATUTTO  ARCHITETTURE DI VENEZIA, RAPPRESENTANDO OGNI DETTAGLIO CON PRECISIONE.

NEL DIPINTO DAL TITOLO 'IL RITORNO DEL BUCINTORO AL MOLO IL GIORNO DELL'ASCENSIONE', DEL 1734,

IL MOLO DI SAN MARCO E' RAPPRESENTATO IN UN GIORNO DI FESTA, MENTRE IL BUCINTORO, LA NAVE DEI DOGI, ATTRACCA A PALAZZO DUCALE.

LA PITTURA E' RICCA DI DETTAGLI, SIA PER LE BARCHE E LE PERSONE IN PRIMO PIANO CHE PER LE ARCHITETTURE, COMPRESE QUELLE MOLTO LONTANE.

 

SCARICA IL TESTO DI QUESTA PAGINA

 

LE DOMANDE CHE GUIDANO IL MIO STUDIO

 

  1. Perchè si afferma lo stile vedutista ?
  2. Qual'è il maggior vedutista veneziano ?

 

 

SITI UFFICIALI

 
Agile biografia dell’artista.
 
Sito ricchissimo d’informazioni, schede e possibilità di approfondimento su Canaletto e la sua opera. In lingua inglese.
 
 
Milano, Pinacoteca di Brera
La sala XXXV della Pinacoteca ospita i pittori veneziani del Settecento tra cui Canaletto, Guardi, Bellotto e Longhi e Tiepolo.
Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
 
La Pinacoteca ospita alcune vedute di Canaletto e di Bellotto.
Venezia, Fondazione Musei Civici
 
La Fondazione Musei Civici unisce molte sedi espositive tra cui Museo Correr, Cà Rezzonico, Cà Pesaro e Palazzo Ducale. Il link rimanda a un’interrogazione comprensiva di tutti i Musei.
Per accedervi, inserire il nome dell’artista nello spazio dedicato alla ricerca.
 
 
Londra, The National Gallery
Il Museo conserva numerose opere tutte corredate da una breve scheda descrittiva.
Madrid, El Museo de arte Thyssen-Bornemisza
 
Il Museo conserva alcune opere tutte corredate da breve scheda descrittiva (anche ascoltabile).
Ottawa, National Gallery of Canada